L’Australia Occidentale riapre i confini ai turisti

Le misure restrittive più longeve sono state finalmente rimosse per concedere a tutti i viaggiatori di raggiungere le coste di questo stato.
Indice

Le misure restrittive che limitavano gli ingressi dei viaggiatori internazionali sono state rimosse dopo 697 giorni. Lo stato deteneva il record per la chiusura della frontiera e dopo quasi due anni i confini sono stati finalmente riaperti ai viaggiatori internazionali.

Quali novità attendono i turisti che vogliono visitare questo stato?

L’Australia Occidentale ha chiuso i suoi confini, per i viaggiatori internazionali e nazionali, il 5 aprile del 2020 stabilendo un record mondiale. Nessun paese ha limitato gli ingressi per tutto questo tempo e la notizia della riapertura è stata accolta con entusiasmo da tutti gli appassionati di viaggi.

I primi due voli sono arrivati a Perth da Singapore e Sidney carichi di cittadini australiani desiderosi di rivedere i propri cari dopo quasi due anni di restrizioni. Dall’inizio della pandemia l’Australia ha adottato un approccio molto rigido che ha impedito l’ingresso nel continente a tutti i turisti internazionali. Anche gli spostamenti interni sono stati proibiti, ma adesso si intravedono finalmente i primi spiragli di una riapertura totale e sicura.

Il premier Mark McGowan ha riassicurato i suoi concittadini prima della riapertura. Le regole molto severe e il prolungato isolamento hanno creato i presupposti per l’eliminazione delle misure restrittive. Il territorio ha patito il rigore delle norme, ma i sacrifici compiuti hanno inciso positivamente sull’andamento del contagio. Dopo quasi due anni molte famiglie possono riabbracciarsi e nei prossimi giorni si attendono anche milioni di visitatori dall’Europa e dal Nord America.

Per visitare lo stato dell’Australia Occidentale i turisti devono inoltrare in anticipo la richiesta online di un pass G2G da presentare all’arrivo. I viaggiatori internazionali possono entrare solo se hanno ricevuto la doppia dose del vaccino. Il governo rilancia il turismo locale con un programma che prevede step progressivi per salvaguardare tutti i sacrifici compiuti dagli australiani in questi due anni di contrasto alla pandemia.

I più fortunati possono atterrare a Perth per ammirare le meraviglie naturalistiche di Misery Beach e Rottnest Island. Il territorio dell’Australia Occidentale è famoso per i suoi altipiani che caratterizzano i deserti che ricoprono gran parte del territorio.

Pietro Bruno

Pietro Bruno

Web writer lucano laureato in Scienze della Comunicazione. Appassionato di viaggi, festival musicali e street art. Elabora i testi come la scaletta di un concerto per condurre il lettore nei luoghi più affascinanti del mondo.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *