EasyJet: arrivano le dimissioni del direttore operativo

La compagnia aerea britannica sostituisce il COO dopo i numerosi disagi provocati dai ritardi e dalle cancellazioni improvvise dei voli
Indice

Peter Bellew, COO ad interim della compagnia aerea di low cost britannica, rassegna le proprie dimissioni dopo i disagi provocati dai ritardi e dalle cancellazioni dei voli. Il nuovo sostituto eredita una situazione ricca di incognite e incertezze in merito alla programmazione estiva. Quali ripercussioni può apportare il cambio di vertice per i passeggeri che vogliono partire nei prossimi mesi?

Cause e possibili conseguenze delle dimissioni del COO

Peter Bellew ricopriva la carica di Chief Operating Officer per EasyJet da due anni. Un percorso professionale giunto al capolinea per volontà dello stesso ex direttore, che ha rassegnato le sue dimissioni per intraprendere una nuova carriera lavorativa altrove. Le pressioni causate dai recenti disagi hanno sicuramente influenzato il congedo che si è materializzato in questi giorni.

Il nuovo COO, nominato direttamente dall’amministratore delegato, dovrà risolvere tutti i problemi emersi nell’ultimo mese. La scelta è ricaduta su David Morgan che ha ricoperto questo ruolo nel 2019 e lavora per la compagnia britannica di low cost da sei anni. L’esperienza accumulata e una profonda conoscenza del settore hanno motivato la sua promozione al vertice.

L’obiettivo principale è la pianificazione di un programma estivo stabile, sicuro e affidabile. EasyJet valuta l’adozione di una serie di interventi per sostenere il traffico aereo nei prossimi mesi. La compagnia aerea opera quasi 1700 voli al giorno, nonostante la crisi di personale che ha penalizzato tutto il settore.

Molti passeggeri hanno criticato la gestione fallace della situazione che ha caratterizzato il mondo del trasporto aereo tra giugno e i primi giorni di luglio. EasyJet ha cancellato un gran numero di voli provocando numerosi disagi tra i viaggiatori in procinto di partire. I problemi attuali dipendono in gran parte dai tagli effettuati al personale durante la crisi sanitaria. La revoca delle restrizioni ha stimolato poi un aumento delle prenotazioni che le compagnie aeree non sono state in grado di fronteggiare.

Per contrastare ritardi e cancellazioni improvvise molti viaggiatori adottano delle soluzioni alternative. L’opzione migliore per chi pianifica una vacanza nei prossimi mesi è una speciale polizza assicurativa. L’assicurazione di viaggio protegge i passeggeri da numerosi inconvenienti e può essere utilizzata anche per prevenire qualsiasi problema causato dalla rapida diffusione dei contagi.

Pietro Bruno

Pietro Bruno

Web writer lucano laureato in Scienze della Comunicazione. Appassionato di viaggi, festival musicali e street art. Elabora i testi come la scaletta di un concerto per condurre il lettore nei luoghi più affascinanti del mondo.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.