EasyJet valuta le perdite causate dai numerosi disservizi

La compagnia di volo britannica dirama il proprio bilancio dopo i primi mesi della programmazione estiva. I disagi e le cancellazioni hanno causato una perdita economica, ma i nuovi interventi hanno provocato anche un netto miglioramento dei servizi offerti
Indice

Tempo di bilanci per la compagnia area travolta dai problemi causati dalla disorganizzazione e dalla mancanza di personale. Il taglio della programmazione estiva e le numerose cancellazioni hanno provocato un’ingente perdita economica nell’ultimo trimestre. L’impatto finanziario negativo determinato da questi problemi ha coinvolto tutto il settore del trasporto aereo nei mesi di giugno e luglio. Per minimizzare gli effetti dei recenti disservizi i principali vettori europei e internazionali hanno adottato diverse strategie. In questo anche EasyJet ha annunciato una ripresa delle prestazioni per garantire un servizio migliore ai propri clienti.

Che impatto hanno avuto le cancellazioni dei voli?

Le interruzioni hanno causato una perdita di 133 milioni di sterline nell’ultimo trimestre. Questo è il bilancio diramato da EasyJet nelle ultime ore. Gli scioperi, i ritardi e le cancellazioni hanno influenzato negativamente anche i resoconti finanziari di altre compagnie aeree. I problemi provocati dall’aumento della domanda e dalla carenza di personale hanno coinvolto, infatti, tutti i protagonisti del settore.

La compagnia aerea britannica ha anche ridotto la propria programmazione estiva per evitare ulteriori disagi ai propri passeggeri. Il taglio ha ottimizzato notevolmente la gestione delle prenotazioni e stimolato la ripresa delle normali operazioni di volo. EasyJet ha annunciato un netto miglioramento dei propri servizi destinati a tutti i viaggiatori in partenza.

L’incremento della domanda e la carenza di personale sono le fonti principali dei disservizi emersi negli ultimi mesi. Entrambi i problemi hanno causato i ritardi e le cancellazioni che hanno rovinato le vacanze a milioni di passeggeri in tutto il mondo. Per delimitare questi spiacevoli inconvenienti vettori e aeroporti hanno adottate diverse strategie. La riduzione della capacità giornaliera e la sospensione delle vendite dei biglietti rappresentano le soluzioni più popolari intraprese in questo periodo.

L’insicurezza derivata dai disagi e dalle iniziative concepite per contrastarli ha incentivato la ricerca di soluzioni alternative tra i viaggiatori più incalliti. La stagione della ripresa è divenuta in breve tempo un vero e proprio tormento per i turisti che avevano pianificato una vacanza dopo due anni contraddistinti dalle misure restrittive.

I passeggeri che non vogliono rinunciare al proprio programma possono stipulare un’assicurazione di viaggio contro diversi inconvenienti. La polizza assicurativa garantisce la copertura necessaria contro numerosi problemi e rappresenta, in questo momento, la soluzione ideale per chi vuole partire senza patemi o grattacapi.

Pietro Bruno

Pietro Bruno

Web writer lucano laureato in Scienze della Comunicazione. Appassionato di viaggi, festival musicali e street art. Elabora i testi come la scaletta di un concerto per condurre il lettore nei luoghi più affascinanti del mondo.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *