Flixbus si espande negli USA: acquisita una compagnia storica

FlixMobility procede spedita verso l'espansione dei suoi servizi in tutto il mondo. L'ultimo step in avanti in tal senso è rappresentato dall'acquisizione di una storica compagnia di trasporti americana, la Greyhound Lines.
Indice

Flixbus è tra le compagnie di autobus più utilizzate in Europa, basti pensare che nel solo 2019 ha registrato sulla propria rete oltre 62 milioni di passeggeri.

Tuttavia, la stessa compagnia non è attiva soltanto nel Vecchio Continente, ma anche negli Stati Uniti, dove ha fatto il suo esordio nel 2018, collegando, inizialmente, le grandi metropoli di Los Angeles, Las Vegas e Phoenix, nell’area sud-occidentale del Paese.

Da quel momento in poi, la compagnia low-cost ha esteso i propri servizi per facilitare sempre di più gli spostamenti tra le varie regioni del Paese, allargandosi verso l’area meridionale, il Nord-Est e il Nord-Ovest Pacifico.

Ed ecco che, di recente, Flixbus procede spedita verso l’espansione negli States, acquisendo, tramite la società che ne detiene il controllo FlixMobility, una delle compagnie di trasporti su gomma più importanti della nazione, la Greyhound Lines.

Si tratta, dunque, di un ulteriore step in avanti nella crescita dell’azienda che rientra nella strategia di espansione globale della stessa FlixMobility.

Flixbus acquisisce Greyhound negli Stati Uniti

Prima di essere acquisita, la Greyhound Lines era di proprietà del gruppo FirstGroup e rappresentava il principale operatore di trasporto in autobus a lunga percorrenza degli Stati Uniti. Pertanto, acquisendola, FlixMobility rientrerà a tutti gli effetti tra le maggiori compagnie di viaggio del Paese nord-americano.

La sua strategia sarà in sostanza quella che segue anche in Europa, cioè volta ad offrire soluzioni di viaggio pratiche, convenienti e sostenibili, ad un numero sempre maggiore di utenti di tutto il mondo.

Ad oggi, il network globale di FlixBus comprende oltre 2.500 destinazioni in 37 Paesi diversi, inclusi gli USA, per un totale di 400.000 collegamenti giornalieri, mentre Greyhound collega circa 2.400 destinazioni nell’America Settentrionale, per un totale di quasi 16 milioni di passeggeri l’anno.

Sempre più persone, in Nord America, sono alla ricerca di soluzioni di mobilità economiche, smart e sostenibili – dichiara André Schwammlein, fondatore e Amministratore Delegato di FlixMobility –. Un’offerta efficace in questo senso permetterà di sottrarre sempre più persone al trasporto privato, a vantaggio di una mobilità intercity collettiva e green“.

Inoltre, lo stesso ad della compagnia di trasporti ha aggiunto: “Dopo aver affrontato con determinazione le sfide imposte dall’emergenza sanitaria globale, continueremo a replicare il successo che ad oggi abbiamo già ottenuto in 37 Paesi grazie al nostro approccio innovativo e focalizzato sul passeggero“.

La vendita di Greyhound a FlixMobilty rientra nella nostra strategia di razionalizzazione del portafoglio per riportare il focus di FirstGroup sui servizi di trasporto pubblico nel Regno Unito – afferma l’Executive Chairman di FirstGroup David Martin –. La forza di Greyhound è rappresentata dalle sue persone, che vorrei ringraziare per il loro instancabile impegno nei confronti dei passeggeri e delle comunità. Sono fiducioso che, come parte di FlixMobility, Greyhound abbia ottime prospettive di continuare a far crescere e portare avanti il suo servizio per molti anni“.

Francesco De Vincenzo

Francesco De Vincenzo

Nato a Napoli e residente nella Maremma toscana, da sempre alla ricerca di nuove mete e stimoli che possano permettermi di accedere a nuovi mondi. Amante delle nuove esperienze e conoscenze, ho costantemente cercato l’avventura, riuscendo ad abbinarla al mio percorso di studi. Firenze, Cork, Verona e Leeds le tappe principali della mia carriera universitaria, per poi fare ritorno nella provincia grossetana, a pochi passi dal mare, per dare spazio al mio futuro professionale iniziando a collaborare come redattore pubblicista per varie testate locali e di settore.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *