Decreto Green Pass bis: le possibili regole per tornare a sciare

Dopo un periodo molto complicato a causa della pandemia, gli impianti sciistici sono pronti a riaprire le loro piste ai turisti. Infatti, a breve, dovrebbe diventare ufficiale il nuovo Decreto del governo che permetterà agli utenti di tornare a sciare, non senza, però, qualche regola da seguire per la tutela della salute della persone.
Indice

L’inverno sta arrivando e, con esso, anche la stagione sciistica. Fortunatamente, ci sono buone notizie per il settore, estremamente provato dopo una stagione e mezza drammatica, tra mille incertezze e chiusure obbligate a causa della pandemia. Pertanto, quest’anno, gli operatori del comparto proveranno a ripartire, anche grazie al nuovo decreto Green Pass bis che dovrebbe scongiurare un’altra stagione negativa sotto vari aspetti.

Dopo l’approvazione della Camera, adesso tocca al Senato pronunciarsi a riguardo entro il 5 ottobre, anche se al momento filtra molto ottimismo sulla possibilità per gli sciatori di tornare nelle loro località di montagna preferite. Intanto, in settimana, le principali associazioni di categoria hanno firmato il protocollo per la riapertura degli impianti.

Se tutto andrà bene, gli impianti sciistici potranno riaccogliere i turisti, anche se ci saranno da rispettare determinati requisiti per poter accedervi e godersi quindi una settimana bianca in tutta tranquillità.

Le possibili regole per turisti e impianti sciistici

Dunque, se sarà approvato il Decreto nella forma attuale, i turisti, dotati di Green Pass, potranno accedere alle piste da sci. Chi non è munito di certificazione verde, potrà comunque andare a sciare sottoponendosi a tampone. L’esito, ovviamente, dovrà essere negativo. Il certificato, in questo caso, avrà validità di una durata di 72 ore, anziché di 48 come stabilito in precedenza.

Inoltre, il nuovo Decreto non porrebbe limiti alla vendita di skipass. Perciò, gli impianti potranno accogliere fino al 100% della propria capienza, mentre per i luoghi chiusi, come funivie, cabinovie e simili, sarà obbligatorio indossare la mascherina e dovrebbe esserci una portata limitata all’80%.

Tuttavia, permangono ancora alcuni dubbi. Ad esempio, come nel caso delle stazioni esclusivamente dotate di impianti all’aperto, come skilift e seggiovie senza coperture, che dovranno avere risposte circa la possibilità di accogliere i turisti anche senza Green Pass. Come anticipato, dal 5 ottobre in poi, ci saranno aggiornamenti a riguardo che chiariranno tutti i dubbi.

Nonostante l’incertezza, alcuni impianti sciistici d’Italia hanno già riaperto, favoriti dal meteo che ha portato molta neve sulle piste. Gli operatori, in attesa delle linee guida del governo, hanno adottato la misura del Green Pass obbligatorio per i turisti di età superiore ai 12 anni.

Francesco De Vincenzo

Francesco De Vincenzo

Nato a Napoli e residente nella Maremma toscana, da sempre alla ricerca di nuove mete e stimoli che possano permettermi di accedere a nuovi mondi. Amante delle nuove esperienze e conoscenze, ho costantemente cercato l’avventura, riuscendo ad abbinarla al mio percorso di studi. Firenze, Cork, Verona e Leeds le tappe principali della mia carriera universitaria, per poi fare ritorno nella provincia grossetana, a pochi passi dal mare, per dare spazio al mio futuro professionale iniziando a collaborare come redattore pubblicista per varie testate locali e di settore.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *