Israele: nuove regole per i turisti internazionali

Dal 1 marzo 2022 sarà consentito l’ingresso a qualsiasi viaggiatore indipendentemente dal suo stato di vaccinazione
Indice

Naftali Bennet, primo ministro israeliano, ha annunciato la revoca di alcuni vincoli che limitavano il turismo internazionale. Dal 1° marzo 2022 il paese accoglierà anche i viaggiatori non vaccinati di tutte le età. I turisti dovranno sottoporsi solo a due test molecolari per godersi le meraviglie di Gerusalemme o Tel Aviv.

Israele ritira alcune restrizioni che limitano il turismo internazionale

La tanto attesa novità è giunta al termine di un incontro istituzionale tra Naftali Bennet, il ministro del turismo Yoel Razov e il ministro della salute Nitzan Horowitz. Durante la riunione i funzionari hanno affrontato il tema delle restrizioni per stabilire una nuova politica per gli ingressi e i protocolli d’isolamento.

Dal 1° marzo i turisti potranno visitare Israele a prescindere dal loro stato di vaccinazione. I viaggiatori dovranno sottoporsi a due test PCR, il primo 72 ore prima della partenza e il secondo all’arrivo, per accedere al paese. I cittadini israeliani che non hanno completato il ciclo vaccinale potranno rientrare in patria, invece, con un solo test molecolare negativo. Decade quindi l’obbligo per i residenti di sottoporsi a due tamponi per rientrare in patria.

Al termine della riunione Naftali Bennet ha espresso molto entusiasmo per la riapertura dei confini al turismo. Israele è stato uno dei primi paesi ad adottare delle restrizioni per limitare e regolamentare gli spostamenti internazionali. Il calo dei contagi e del tasso di mortalità ha stimolato il pronto intervento del governo che ha previsto un piano di allentamento graduale.

Il primo ministro non intende sottovalutare le insidie che possono sorgere con la comparsa di una nuova variante e annuncia di non ridurre la tensione sul problema. L’attenuazione delle misure restrittive è un atto indispensabile per i cittadini che hanno seguito le linee guida e si sono attenuti ai protocolli sanitari.

Israele ha adottato numerose iniziative per contrastare la diffusione del virus tra la sua popolazione e la riapertura dei confini rappresenta il risultato di una politica di contenimento molto severa. Una gestione attenta e oculata che ha dato finalmente i suoi frutti con la graduale riapertura degli ingressi per i turisti provenienti da tutto il mondo.

Quali sono le nuove regole da rispettare per entrare nel paese?

La notizia giunge, inoltre, a cavallo di due festività molto importanti per gli israeliani. Le famiglie potranno finalmente riunirsi per celebrare la Pasqua e il Purim dopo due anni di restrizioni come ha sottolineato il ministro degli Affari della Diaspora.

I viaggiatori possono entrare in Israele anche senza la vaccinazione. L’ingresso sarà consentito a tutti i passeggeri che hanno effettuato un test molecolare 72 ore prima della partenza e un altro test PCR direttamente in aeroporto.

Pietro Bruno

Pietro Bruno

Web writer lucano laureato in Scienze della Comunicazione. Appassionato di viaggi, festival musicali e street art. Elabora i testi come la scaletta di un concerto per condurre il lettore nei luoghi più affascinanti del mondo.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.