Turismo negli Stati Uniti, la ripresa dopo la primavera

Il turismo negli Stati Uniti è in forte ripresa, subito dopo la primavera ci sarà un vero e proprio boom. Pronti a scoprire tutto?
Indice

Il turismo negli Stati Uniti è in forte ripresa e, soprattutto dopo la pausa estiva, sarà il momento di partire e riprendere la vita come una volta.

Squaremouth.com ha analizzato i viaggi durante le vacanze di primavera, rivelando quali saranno le tendenze attuali che metteranno l’accento su un ritorno alla normalità.

Turismo negli Stati Uniti: è arrivato il momento della ripresa?

Lo scoppio della pandemia da Covid ha messo un freno a tutto il turismo nel mondo. Per il 2022 si prevede e si spera in una ripresa, per questo motivo è già stato fatta una analisi prendendo in considerazione le frontiere aperte e la tipologia di viaggio che può essere pensata.

Squaremouth.com, come anticipato, ha analizzato i dati dei viaggi di primavera 2022 e rivela quali sono le tendenze attuali che possono mettere la spunta sulla ripresa dei viaggi, la normalità e la voglia di esplorazione.

Il nostro Paese è indicato come la destinazione internazionale popolare, amata dagli americani per lo sviluppo del turismo negli Stati Uniti (da e per). Secondo i dati dei sondaggi, subito dopo la pausa di primavera, l’Italia regnerà sovrana con un 4% dei voli già prenotati. Il Messico ha raggiunto una quota dell’11,6% mentre gli Stati Uniti un 19%.

Il fatto è che molti dei viaggiatori, per adesso, vogliono ancora restare all’interno del Paese onde evitare restrizioni o possibili blocchi in posti stranieri.

I viaggi in Europa, in questi due anni, non sono stati proprio considerati tra la chiusura delle frontiere e le varie restrizioni. Per la primavera, moltissimi turisti americani torneranno a viaggiare nei Paesi europei per la prima volta dopo la pandemia.

Ma non è solo l’Italia ad essere amata dagli Americani, perché anche Spagna e Francia sono tornate a dominare la Top 10 di tutte le destinazioni. Durante la Pandemia, queste destinazioni erano state messe in disparte per le zone caraibiche – Giamaica e Aruba in quanto accessibili durante la pandemia.

Come anticipato, per i viaggiatori è stato molto più facile restare all’interno del Paese infatti il turismo negli Stati Uniti ha registrato dati sino al 90% ed è in continua crescita. Ovviamente, durante il periodo delle restrizioni e divieti i viaggi nazionali hanno subito una diminuzione significativa.

Per fare maggiore chiarezza è emerso che i viaggi per la primavera 2022 saranno per il 23% negli Stati Uniti. I turisti hanno in mente di organizzare dei tour in Europa e ritornare alla completa normalità, per quanto possibile e per dare al turismo negli Stati Uniti una marcia in più!

Marilyn Aghemo

Marilyn Aghemo

Web Writer con un nome molto difficile da portare, ex capo ricevimento alberghiero persa tra le parole e la curiosità di conoscere cose nuove. Amante degli animali, della natura e dei viaggi ha avuto la possibilità di vedere tantissimi Paesi nel Mondo. Una sarda che ha abitato 35 anni a Torino, per poi tornare a farsi abbracciare da Cagliari anche se il cuore appartiene a New York.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.