Gli USA riaprono: le novità per i viaggi dall’8 novembre

Gli Stati Uniti si preparano a riaprire i propri confini ai voli aerei internazionali. Infatti, dal prossimo 8 novembre, il Paese ha pubblicato nuovi documenti in cui delinea il quadro della riapertura per viaggiatori e compagnie aeree. I dettagli.
Indice

Dopo l’annuncio delle settimane scorse da parte delle autorità sanitarie, si definiscono le linee guida seguire per chi ha intenzione di viaggiare negli Stati Uniti.

Infatti, il Paese si prepara alla riapertura dei propri confini a chi proviene dall’estero, delineando il quadro di regole per i viaggiatori, attraverso la divulgazione di nuovi dettagli e la pubblicazione di tre documenti che riportano i requisiti necessari per gli spostamenti.

Innanzitutto, c’è la data di riapertura, che sarà l’8 novembre. Inoltre, si tratterà di un processo graduale, come ha annunciato un funzionario del governo statunitense, che sarà suddiviso in due fasi: la prima, per l’appunto, partirà dal prossimo 8 novembre, mentre la seconda da gennaio 2022.

Aldilà delle varie procedure da seguire per poter viaggiare, resta requisito indispensabile il vaccino contro il Covid-19 e, quindi, per gli italiani il possesso del Green Pass della doppia dose.

Stati Uniti, le nuove regole per viaggiare dall’8 novembre

Come ha spiegato la CNN, i nuovi documenti rilasciati dal governo USA riguarderanno principalmente i viaggi in aereo e serviranno ad orientare viaggiatori e compagnie aeree a prepararsi all’8 novembre. Inoltre, garantirà una transizione graduale al nuovo sistema, ideato sì per tornare parzialmente alla normalità, ma sempre nel massimo rispetto della tutela della sicurezza.

Capitolo vaccini. In un primo momento, i soli vaccini ad essere riconosciuti dalla Food and Drug Administration statunitense erano Moderna, Pfizer e Johnson&Johnson. Tuttavia, sono emersi ulteriori dettagli, secondo cui sarebbe stato accettato anche il vaccino Vaxzevria (ex AstraZeneca), mentre per tutti gli altri la situazione resta da chiarire.

Tuttavia, in alcuni casi, non è richiesto l’obbligo di vaccino. E’ il caso dei ragazzi sotto i 18 anni e di chi possiede un’esenzione medica, ma solo perché ha riscontrato gravi reazioni allergiche in seguito ad una precedente vaccinazione anti-Covid.

Per quanto riguarda i test, invece, come specifica la Casa Bianca, i cittadini statunitensi non vaccinati, i residenti permanenti legali e i viaggiatori avranno l’obbligo di sottoporsi ad un test e di presentarne il relativo esito negativo entro un giorno dal viaggio.

Sono esentati da quest’obbligo i bambini sotto i 2 anni, mentre i minori di età compresa tra i 2 e i 18 anni che viaggiano con un adulto vaccinato avranno la possibilità di sottoporsi a test tre giorni prima della partenza.

Dal punto di vista delle compagnie aeree, esse avranno l’onere di conservare le informazioni dei passeggeri per la tracciabilità dei contatti, in modo tale da poterle avere a disposizione prontamente in caso di contagio.

Dunque, gli Stati Uniti si preparano a riaprire i propri confini dall’8 novembre, ma soltanto ad una determinata selezione di Paesi del mondo. Tra questi figurano gli Stati dell’area Schengen, inclusi, quindi, Italia e gli altri Stati membri dell’Unione Europea.

Francesco De Vincenzo

Francesco De Vincenzo

Nato a Napoli e residente nella Maremma toscana, da sempre alla ricerca di nuove mete e stimoli che possano permettermi di accedere a nuovi mondi. Amante delle nuove esperienze e conoscenze, ho costantemente cercato l’avventura, riuscendo ad abbinarla al mio percorso di studi. Firenze, Cork, Verona e Leeds le tappe principali della mia carriera universitaria, per poi fare ritorno nella provincia grossetana, a pochi passi dal mare, per dare spazio al mio futuro professionale iniziando a collaborare come redattore pubblicista per varie testate locali e di settore.

Vuoi condividere l’articolo? Clicca qui!

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Entra a fare parte della community di Travellairs!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *